Cross Country, la Lombardia seconda al Trofeo delle Regioni

Martedì, 05 Ottobre 2021 13:01

Una Finale Nazionale non è mai un evento qualsiasi, ma la Finale del Campionato Italiano di Cross Country targato FITETREC-ANTE è qualcosa di particolarmente entusiasmante ed esaltante. Se poi consideriamo che per il terzo anno consecutivo, la Finale 2021 si è svolta presso il Centro Militare di Equitazione di Montelibretti, la manifestazione assume un carattere di grandissimo prestigio. 

Un prestigio dovuto alla sua gloriosa storia centenaria depositaria delle tradizioni sportive dell’equitazione militare italiana ereditate dalla Regia Scuola Militare di Equitazione del 1823, alle sue molteplici attività altamente qualificate nel campo equestre, alla magnificenza della sua immensa tenuta, curatissima e soprattutto dotata di una grande varietà di ostacoli che consentono di costruire percorsi adatti a tutte le categorie e sempre diversi. 

In questo splendido ambiente hanno dunque avuto luogo dal 23 al 26 settembre la Finale Nazionale di Cross Country e il Trofeo delle Regioni, con la complicità di un meteo molto benevolo che ha elargito sole e caldo a piene mani. 

Questo primo weekend autunnale ha avuto inizio già dal martedì con l’arrivo dei primi cavalli che hanno così avuto la possibilità di riposare dopo un lungo viaggio e di ambientarsi, prima del warm-up di giovedì 23, ottima opportunità per provare alcuni ostacoli del campo gara dopo essersi riscaldati in campo prova. 

La giornata del venerdì 24 è stata dedicata alla messa a punto degli ultimi dettagli, a qualche sgambata e alla ricognizione dei percorsi, mentre l’organizzazione procedeva spedita con la preparazione di quanto fosse necessario per i due giorni di competizione, un lavoro che grazie all’esperienza pluriennale e alla collaborazione di tutti è risultato particolarmente fluido ed efficiente. 

Ed eccoci al gran giorno, sabato 25. 

La squadra lombarda, quest’anno era composta da ben 12 binomi, tutti carichi ed elettrizzati: Gloria Aliprandi con Zack & Quack, Veronica Capoccia con Tout le monde e Dafne Vitali con Paloma per la Categoria Avviamento A; Giada Armellini con Olivas, Ramona Rodella con Deseada, Edith Sollbauer con Carta Bianca e Roberto Subri con Dar Said nella Categoria Avviamento B; Andrea Lancini con Sol Invictus, Luca Aliprandi con Col Rocks, Enrico Guerini con Jean, Wanni Bindoni con Conchico e Elga Zanchi con Desire moi per la Categoria F Regolarità. 

I percorsi, costruiti abilmente da Roberto Greco, coadiuvato da Giovanni Lancini, si sviluppavano lungo i morbidi dislivelli delle collinette, tra laghetti, tronchi, fossi e steccati, creando armoniosi tracciati, non particolarmente complicati, ma a livello di una finale nazionale. 

Tutto era pronto e perfettamente organizzato e alle 10:00 in punto la kermesse è iniziata, in una cornice più bella che mai. 

Ad aprire le danze nella prima giornata della Categoria Avviamento A, cosa mai facile, è toccato proprio a Veronica Capoccia che è purtroppo incappata in un’eliminazione, sorte toccata anche all’altra giovanissima debuttante Dafne Vitali, complice probabilmente troppa emozione; meglio è andata a Gloria Aliprandi che ha concluso la sua prova d’esordio con una sola penalità. 

Nella classifica provvisoria le tre amazzoni si sono piazzate rispettivamente 8ª (Veronica), 9ª (Dafne) e 6ª (Gloria). 

La Categoria Avviamento B ha visto all’opera, nell’ordine, Giada Armellini in sella a Olivas, che ha effettuato un ottimo percorso netto classificandosi 7ª, penalizzata solo da qualche secondo di troppo nel terminare il suo percorso; Edith Sollbauer su Carta Bianca, che si è imbattuta in una penalità sul primo elemento di una combinazione e ha concluso 11ª; Ramona Rodella su Deseada, che ha ottenuto il miglior piazzamento per la Lombardia (5ª) con un percorso netto e un buonissimo tempo; Roberto Subri sfortunatissimo nel finire anzitempo la sua prova per colpa di tre rifiuti di Dar Said al secondo ostacolo. 

 

Il blu royal della Regione ha avuto il suo momento di gloria nella categoria più impegnativa di tutte, la F di Regolarità, dove ha ottenuto uno splendido 2° posto con Andrea Lancini su Sol Invictus e un tempo che ha rasentato la perfezione, e con Luca Aliprandi e Col Rocks che hanno portato a termine una gara eccellente con la conquista del 4° posto in classifica; mentre Enrico Guerini su Jean e Wanni Bindoni su Conchico, sono stati entrambi vittime di un errore all’ostacolo n° 5, la palizzata gialla, che ha rovinato la festa anche alla pur brava Elga Zanchi su Desiremoi d’authie. I tre concorrenti si sono posizionati rispettivamente 7°, 8° e 9ª

Così terminava la prima giornata di gare. 

Prima che il sole si appoggiasse rosseggiando sull’orizzonte, c’è stato tutto il tempo di far rilassare i cavalli ed effettuare la ricognizione dei percorsi domenicali, mentre in Segreteria si preparavano le classifiche provvisorie e l’ordine di partenza del giorno successivo. 

Una piacevole e gustosissima cena in compagnia ha dato degna conclusione a questo sabato speciale, nella certezza che i giochi erano ancora tutti aperti al di là degli alti e bassi e che alla domenica ci sarebbe stato molto spazio per buoni recuperi. CREDERCI doveva essere la parola d’ordine! 

La seconda giornata di gare è iniziata piuttosto presto e il via alle competizioni è stato dato alle 9:00 in punto. 

La Categoria Avviamento A ha visto un’ottima Veronica Capoccia in sella a Tout le monde piazzarsi all’8° posto dopo un bellissimo percorso netto. Anche Gloria Aliprandi su Zack & Quack ha terminato le sue fatiche con un bel netto che le ha regalato il 9° posto. E Dafne Vitali con la sua esuberante Paloma non è stata meno brava, ottenendo il 10° posto per una sola penalità. Un bel riscatto per le tre giovani che hanno sfoderato tutta la loro grinta e dimostrato tutto il loro potenziale. 

Nella Categoria Avviamento B Giada Armellini e Olivas hanno centrato un bellissimo 2° posto frutto di un percorso netto e uno scarto dal tempo ideale di una manciata di centesimi. Edith Sollbauer su Carta Bianca è incappata in una penalità alla balconata, senza la quale il suo ottimo tempo le avrebbe dato la possibilità di essere nelle parti più alte della classifica. Purtroppo Roberto Subri e Dar Said hanno subito la seconda sfortunata eliminazione, mentre Ramona Rodella su Deseada ha lasciato sul terreno di gara preziosi secondi per colpa di una penalità (anche lei alla balconata) e si è dovuta accontentare del 10° posto. 

In Categoria F Regolarità si sono potute ammirare prestazioni davvero da manuale, quasi tutti percorsi netti con tempi che hanno realmente sfiorato la perfezione. 

Il miglior tempo di giornata lo ha meritatamente messo a segno Andrea Lancini con Sol Invictus, e il terzo miglior tempo è stato quello di Enrico Guerini su Jean. Luca Aliprandi e Col Rocks hanno conquistato la 5ª piazza. Wanni Bindoni e Conchico hanno infine guadagnato l’8ª posizione e Elga Zanchi su Desiremoi d’authie la 9ª

La classifica finale ha visto dunque Gloria Aliprandi al 6° posto, Veronica Capoccia al 9° e Dafne Vitali al 10° per la categoria Avviamento A. 

In Avviamento B Giada Armellini è orgogliosamente salita sul terzo gradino del podio tricolore, mentre Ramona Rodella ha ottenuto l’8° posto, Edith Sollbauer il 9° e Roberto Subri il 13°. 

Nella Categoria F Regolarità Andrea Lancini è salito al posto d’onore dietro al vincitore del Lazio per una manciata di centesimi soltanto, e Luca Aliprandi ha conquistato la 4ª posizione. Enrico Guerini, Wanni Bindoni e Elga Zanchi hanno rispettivamente guadagnato il 7°, 8° e 9° posto. 

Indipendentemente dai risultati è d’obbligo un forte plauso a tutte le amazzoni e a tutti i cavalieri per l’impegno che hanno profuso e la dedizione che hanno riservato a questa finale, preparandosi con passione, mettendoci davvero tutto il cuore e dando il massimo. Tutti indistintamente meritano i complimenti, in particolare i debuttanti alla loro prima esperienza nazionale. 

Il Trofeo delle Regioni è andato ancora una volta al Lazio, mentre la Lombardia è arrivata ancora una volta seconda: un risultato gratificante, ma che tutti puntano a migliorare nella prossima edizione. 

L’esperienza di Montelibretti 2021 è stata nel complesso sicuramente molto intensa e positiva per la Lombardia, ha regalato divertimento e belle soddisfazioni, ed è stata formativa per molti concorrenti, soprattutto per gli esordienti. Nella certezza generale che questo evento sia stato indiscutibilmente ottimamente organizzato e perfettamente riuscito, grazie soprattutto alla bellezza della location e dei tracciati di gara, si ritorna a casa, sorridenti, soddisfatti e arricchititi. 

 

Vogliamo a questo punto porgere un sentito ringraziamento ai responsabili del Centro Militare di Equitazione per la squisita ospitalità e per aver in larga parte contribuito con la loro disponibilità e fattiva collaborazione, alla perfetta riuscita dell’evento. 

Al personale medico, sempre pronto, ma che la buona sorte ha consentito di lasciare a riposo. 

Al veterinario, al maniscalco, ai cronometristi che hanno tutti svolto il loro compito con grande professionalità. 

Alla speaker molto preparata e disponibile. 

A tutti i genitori che si prestano a seguire i loro giovani campioni e sostenere la loro passione, trasformandosi spesso inevitabilmente in groom

E in ultimo, ma non per importanza, il mio personale ringraziamento va a tutto il mio gruppo di lavoro, efficiente come sempre, dinamico, rapido e collaborativo: Giovanni Lancini, Responsabile Cross Lombardia, Roberto Greco, giudice nazionale Puglia e costruttore dei percorsi, Maria Antonietta Cassarini, giudice nazionale Emilia Romagna, e Anna Maria Grazia, giudice nazionale Emilia Romagna, Giuseppe Valli, allievo giudice. Senza dimenticare il lavoro svolto in questo lungo fine settimana da Rosanna Sensolini, Segreteria Nazionale, infaticabile e sempre presente e disponibile per il gruppo. 

Ora il sipario è calato su questa bellissima manifestazione e si riprenderà con il Campionato lombardo che prevede ancora due tappe per l’assegnazione dei titoli regionali: la prossima è il 10 ottobre, presso il maneggio San Michele di Bassano bresciano (BS). 

Ancora complimenti a tutti e a prestissimo!