×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 131

Un altro entusiasmante campionato regionale di cross country sta per volgere al termine e intanto un’altra Finale Nazionale è andata in archivio proprio ieri col suo carico di novità, di avventure, di peripezie, di emozioni, di sorprese… come ogni finale che si rispetti, del resto!


Quest’anno la scelta della sede di svolgimento delle gare è caduta sugli immensi campi dei Pratoni del Vivaro e sulle strutture del Centro intitolato a Ranieri di Campello, a Rocca di Papa: un terreno dove la capace mano di un immaginario Michelangelo sembra aver plasmato in un gioco di chiaroscuri la materia prima fornita da una generosissima Madre Natura, creando un insieme di colline, avvallamenti, declivi, boschi e laghetti assolutamente meraviglioso: il terreno più consono per la realizzazione di un tracciato di cross.
Qui, dove nell’ormai lontano 1960 si svolsero le competizioni equestri delle Olimpiadi romane, durante tutto il week-end scorso si sono affrontati i concorrenti provenienti da 7 diverse regioni italiane, alla conquista del titolo italiano individuale e del Trofeo delle Regioni a squadre.
Una delle novità di quest’anno è stata l’apertura alla partecipazione anche alla Categoria Avviamento A che, pur non rientrando nella corsa a campionati e trofeo, ha avuto l’eccezionale privilegio di correre sugli stessi campi.

In totale la manifestazione ha visto concorrere 56 binomi suddivisi nelle varie categorie.
Per la Lombardia si sono presentati ai nastri di partenza 7 concorrenti: Sara Filippozzi (Avv.A); Alessia Arcari (Avv.B); Ylenia Gaydou, Veronica Ventura, Giuseppe Valli e Maurizio Battistello (F Reg.); Enrico Guerini (D Reg.).

La prima giornata (sabato 30 settembre), escludendo il freddo e l’umido del mattino presto, è stata caratterizzata da un gradevole clima autunnale prevalentemente soleggiato e da un terreno morbido e asciutto.
10 i concorrenti nella Categoria Avviamento A, fra cui Sara Filippozzi e Salsa Star, che hanno ufficialmente aperto le danze su un bel percorso di 1.050 mt con un tempo prescritto di 3:00 minuti. Una bella prova quella del binomio, che però si è sfortunatamente conclusa al settimo ostacolo: il tronco in uscita dal laghetto,     una difficoltà che ha mietuto parecchie “vittime” nel prosieguo della gara.

 


La Categoria Avviamento B prevedeva un tracciato di più ampio respiro: 1.600 mt, contornando un boschetto per poi salire e scendere dalla collinetta centrale, e un tempo ideale di 4:00 minuti netti. 21 i binomi al via. Anche qui le entrate e le uscite dal laghetto hanno interrotto le gare di diversi concorrenti, ma non hanno intimidito per nulla la concorrente lombarda: Alessia Arcari, quindicesima a partire con Kamaway Dan, ha superato tutti gli ostacoli con sicurezza e tranquillità e ha addirittura fatto registrare il miglior tempo, con soli 13 centesimi di scarto sul tempo prescritto, tanto da ritrovarsi in testa alla classifica provvisoria alla fine della giornata in quanto nessun altro è riuscito a far di meglio!


In un crescendo di difficoltà, il tracciato della Categoria F Regolarità si ampliava ulteriormente su un lungo saliscendi dietro le collinette dove si assiepava il pubblico, per arrivare a 2.050 mt, con un tempo ideale di 4:33 minuti, superando palizzate, cataste, triplici, carri, casette e tronconi.
Su di esso si sono impegnati 17 concorrenti. Il migliore, per la Lombardia, è stato Maurizio Battistello su Jean, che ha completato il suo percorso netto in 4.33.81, con soli 81 centesimi di scarto, ottenendo il 5° posto provvisorio.
Ottima anche la prova di Giuseppe Valli su Irina, che si è piazzato alle spalle di Maurizio  con 4.29.37. Ottavo tempo per Ylenia Gaydou, che in sella a Chetty ha terminato, sempre senza penalità, con 4.15.79.


La campionessa in carica Veronica Ventura, su Eleonora, è malauguratamente incappata in un paio di penalità alla catasta di tronchi e alla casetta, senza le quali il suo tempo di 4.43.64 le avrebbe sicuramente permesso di piazzarsi ai primi posti; viceversa ha dovuto accontentarsi della 13ª posizione.

 

La Categoria D Regolarità ha visto alla partenza 7 impavidi binomi che hanno affrontato il loro tracciato di 18 ostacoli per 2.500 mt con molta grinta e molta precisione. Enrico Guerini e Fenis di Santa Marta hanno incontrato più di una difficoltà, in particolare all’open ditch e sul doppio del laghetto, e hanno così accumulato un consistente ritardo che li ha relegati al 6° posto di giornata. Ma nulla era compromesso ancora, rimaneva una giornata per giocarsi la risalita in classifica!

 


La seconda giornata di gare (domenica 1° ottobre) è iniziata come sempre molto presto, ma soprattutto è iniziata sotto un cielo plumbeo e coperto da uno strato di nuvole minacciose. La ricognizione dei percorsi, poi, tutti un po’ più impegnativi rispetto al giorno precedente, aveva lasciato qualche perplessità e una certa apprensione nei concorrenti…


Ma una finale nazionale è una finale nazionale, e, come disse il grande John Belushi in Animal House, è quando il gioco si fa duro che i duri cominciano a giocare. Ed è proprio nelle sfide più difficili e impegnative che gli atleti lombardi tirano fuori gli artigli: la squadra si è caricata a dovere, ha ragionato sulle tattiche giuste, e ha dato il meglio di se’.


In Avviamento A, su un percorso di 1.050 mt per un tempo di 2:50 minuti, la giovane Sara Filippozzi su Salsa Star è stata vittima di una caduta (senza conseguenze) e non è purtroppo riuscita a terminare il suo percorso, ma una giornata storta non può certo cancellare una stagione agonistica tutta molto positiva, in cui ha quasi sempre fatto mangiare la polvere agli altri concorrenti della sua categoria!


Nella Categoria Avviamento B la portacolori Alessia Arcari, su Kamaway Dan, si è ancora una volta avvicinata molto al tempo ideale con 3.46.51 e un eccellente percorso netto che prevedeva 1.600 mt e un tempo ideale di 3:34 minuti, piazzandosi in 4ª posizione.


La categoria F Regolarità aveva in programma un tracciato di 2.100 mt con 15 ostacoli belli… tosti e un tempo di 4:28 minuti. Maurizio Battistello in sella al fedelissimo Jean ha affrontato la sua gara con una grinta e una concentrazione incredibili, e senza esitare di fronte alle difficoltà l’ha conclusa in modo pulito e preciso con 4.28.63, un gradissimo tempo. Dopo di lui è stato tutto un susseguirsi di concorrenti che uno dopo l’altro sfioravano il tempo ideale di poche manciate di centesimi, ma uno solo è riuscito a fare meglio, e per soli 12 centesimi di secondo… un soffio… un brivido… un alito di vento.

Il secondo tempo di giornata, appannaggio della Lombardia, è stato poi completato dal terzo miglior tempo, quello di Ylenia Gaydou che ha abilmente condotto la sua generosa anglo-araba Chetty letteralmente sulle ali del vento e senza errori, terminando la sua prova in 4.29.25.
Il percorso di gara, tanto temuto alla vigilia, ha invece regalato ulteriori soddisfazioni ai binomi lombardi: Veronica Ventura, con Eleonora, ha ottenuto uno splendido riscatto conquistando la 5ª posizione con uno scarto di soli 1”91, mentre Giuseppe Valli su Irina ha occupato il 6° posto con una differenza di 1”94. Quattro binomi tra i primi sei non è certo cosa da poco!

E mentre si attendeva il pronti… via! per la seconda tornata della categoria maggiore, la D Regolarità, ecco che il diavolo ha pensato bene di metterci la coda con l’intento di rovinare la grande festa di sport che era stata fino a quel momento la Finale: il cielo, che per tutta la giornata aveva alternato nuvole a sprazzi di sole, si è rapidamente fatto nero, le nubi dapprima lontane si sono avvicinate e hanno cominciato a brontolare mentre i flash dei lampi si facevano sempre meno distanti. E all’improvviso si sono spalancate le cataratte celesti e si sono rovesciati a terra fiumi d’acqua così copiosi da nascondere quasi totalmente l’erba alla vista. In meno di un quarto d’ora i campi sono diventati inagibili e il comitato organizzatore ha prontamente sospeso e poi definitivamente annullato la prova.


Sarebbe bastata una mezz’oretta in più e anche i cavalieri più esperti avrebbero potuto dare spettacolo, ma così non è stato, e il Campionato Italiano 2017 poteva dunque dirsi terminato.
Il violento acquazzone è cessato dopo un’ora mentre la compilazione frenetica delle classifiche procedeva a ritmo serrato. Per le 17 ha persino nuovamente fatto capolino il sole, così da permettere di effettuare la Premiazione all’aperto, di fronte alle tribune.

 

Un ringraziamento sentito va agli organizzatori della manifestazione che senza risparmiarsi hanno lavorato fino all’ultimo secondo con impegno, competenza e generosa disponibilità, in particolare al tracciatore Roberto Greco con la collaborazione del  Presidente di giuria Giovanni Lancini, all’instancabile Rosanna Sensolini, ai giudici presenti (tra i quali il neo-giudice nazionale Daniela Bernard), ai cronometristi, e a tutti coloro che hanno operato per la riuscita in sicurezza delle due giornate. Ma un ringraziamento particolare va alla presenza, alla professionalità e alla competenza di Nico Belloni, che per due giorni ha presentato l’evento, supportando e commentando le prestazioni di ogni concorrente, e ha inoltre condotto egregiamente anche la premiazione finale rendendola un vero spettacolo.

A proposito di premiazioni è doveroso a questo punto segnalare i podi finali di ogni categoria.
•    Il titolo italiano per la Categoria Avviamento B è andato a Ilaria Boccia (Lazio), seguita da Enrico Nanetti (Em.Romagna) al 2° posto e Alessia Arcari per la Lombardia al 3° posto.
•    Campione nazionale della Categoria F Regolarità si è laureato Paolo Donato Greco (Puglia), già 2° lo scorso anno; al 2° posto un eccellente Maurizio Battistello per la Lombardia; sul 3° gradino Federica Della Corte, ancora per la Puglia.
E troviamo ancora per la Lombardia Giuseppe Valli al 5° posto, Ylenia Gaydou al 6° posto e Veronica Ventura al 10°.
•    Nella Categoria D Regolarità vince il titolo italiano Antonio Rosato (Puglia), con Francesco Cinelli (Lazio) al 2° posto, seguito da Fabio Rubino (Puglia) al 3°. Il lombardo Enrico Guerini si è confermato al 6° posto.


Per quanto concerne il TROFEO DELLE REGIONI, la Lombardia può ben gioire delle prestazioni della sua squadra, che dalla 6ª posizione della scorsa edizione sale sul 3° gradino del podio. La classifica vede dunque riconfermarsi vincitrice del trofeo la regione Lazio con 362 punti, 2ª la regione Puglia con 341 punti, e 3ª la regione Lombardia con 224 punti.
Una bella soddisfazione per i risultati ottenuti, frutto dell’impegno, della grande passione, dei sacrifici e della costanza messi in campo da tutti gli atleti!


Il ritorno a casa è sicuramente carico di tante emozioni che hanno riempito il cuore di ciascuno e di un turbine di sensazioni che si sono alternate, e forse anche di qualche legittimo rimpianto legato all’immancabile “potevo fare meglio”. Ma ciò che conta è aver potuto confrontarsi con altri atleti, aver sempre conservato forte lo spirito di squadra, aver mantenuto l’agonismo sui binari della correttezza e avere la consapevolezza che questa è stata un’altra grande esperienza che arricchisce il proprio bagaglio. Senza dimenticare naturalmente il lato divertente!

E per finire questo resoconto, i complimenti vanno anche alla squadra del Veneto, quest’anno giunta 4ª con 119 punti, e a tutti i suoi componenti che durante la stagione agonistica si sono impegnati sia col proprio campionato veneto, sia partecipando a tutte le gare del campionato lombardo: uno sforzo notevole testimone della volontà di crescere e del forte legame che unisce da tempo le due regioni. Bravi, dunque, Andrea Bettin, Camilla Roggio, Nicolò Valentini, Luca Vicentini, Mia Beschi, Elena Caloi ed Annalisa Miotti, sportivamente rivali in campo, ma amici al di fuori.


Arrivederci a tutti ai Campionati Italiani del 2018!

2 ottobre 2017

Daniela Bernard

La 5ª tappa del Campionato Lombardo di cross ha coinciso quest’anno con il VII Challenge del Buttero  e si è svolta domenica 17 settembre nella prestigiosa tenuta de “IL BUTTERO” a Olgiate Molgora (LC).
La famiglia Gola, proprietaria della tenuta, ha organizzato la giornata insieme a Giovanni Lancini per commemorare la scomparsa di Carlo Ippolito Gola, grande uomo e grande cavaliere appassionato di cross, scomparso un anno fa.
In palio un bellissimo trofeo, intitolato a “Carlippo” che, se anche non presente fisicamente, deve comunque aver interceduto presso le alte sfere celesti per regalare a cavalieri e pubblico una splendida giornata: le forti piogge della notte precedente non hanno infatti intaccato il campo di gara, molto ben preparato, e hanno lasciato il posto ad un caldo sole autunnale molto piacevole.

 

La competizione ha già anticipato alcuni verdetti per quanto concerne sia la classifica finale interregionale, sia la classifica per la sola Lombardia. Vediamo quali sono.

La Categoria Avviamento A ha visto l’ennesimo trionfo del giovane Emanuele Castagno, dal Piemonte, in sella al bellissimo Kabirio; alle sue spalle una new entry molto promettente, portacolori della Lombardia: Matilde Merizzi, amazzone di soli 10 anni, al suo debutto, su uno splendido haflinger di nome Sapriot; terzo, per il Veneto, Gianfranco Dalla Riva, su Donna Chérie. Da segnalare un’altra eccellente performance di una seconda debuttante, coetanea di Matilde: Carella Alice, su Marina, che ha conquistato la quarta posizione.

 

Per quanto concerne il campionato interregionale, è ormai cosa fatta per Emanuele Castagno che si aggiudica il titolo con 435 punti e una gara di anticipo.


Quanto alla Lombardia, troviamo nelle prime tre posizioni:
Sara Filippozzi, con 373 punti,
Anna Lorenzi, con 278 punti,
Michela Portesani, con 245 punti


In Avviamento B la gara di Olgiate non ha fatto che confermare il dominio del giovane cavaliere veneto Andrea Bettin, in sella a Magica Kindank che lo ha fatto volare ancora una volta al primo posto. Ma la magia che il nome della cavalla può evocare non ha nessun riscontro nella realtà, essendo infatti il frutto esclusivo dell’eccellente preparazione, della costanza nell’allenamento e del grande feeling che unisce cavallo e cavaliere.
Al secondo posto Mia Beschi, su Persei, anche lei debuttante e anche lei dal Veneto.
Luca Vicentini, con l’ottima Isabeau, ancora per il Veneto, ha completato il trio del podio.

 

Nella classifica interregionale, Andrea Bettin e Magica Kindank sbaragliano la concorrenza conquistando il titolo con 400 punti.


Nel Campionato Lombardia non ci sono state rivoluzioni nelle prime tre posizioni:
Alessandra Franini su Sinead ha 288 punti e si aggiudica matematicamente il titolo,
Edith Sollbauer su Carta Bianca 185 punti,
Luca Vicentini su Isabeau 175 punti

 

Suspense ed emozioni a non finire nella domenica della Categoria F Regolarità!


Il tracciato impegnativo di 1800 mt. su cui non si sono certo risparmiati atleti e cavalli, fra tronconi, tombarelli, triplici, open ditches, bergerie e gabbie, ha visto grandissima protagonista per la Lombardia Ylenia Gaydou con la sua Chetty, autrice di una super-performance, in testa fino al penultimo concorrente che le ha sottratto il trofeo per una risicatissima manciata di centesimi. Grande comunque la sua soddisfazione per il posto d’onore che ha regalato
a se’ stessa e alla regione, e per lo speciale premio “Miglior Amazzone” che le è stato assegnato.

 


Al terzo posto un’altra amazzone in gran forma, dal Veneto: Camilla Roggio su Dardanos IV, che ha vinto anche il premio “Miglior Juniores”
Dopo questa 5ª tappa la classifica interregionale vede proprio Camilla balzare in testa con 304 punti, mentre per il Campionato lombardo troviamo nelle prime tre posizioni:
Giuseppe Valli, con Irina a 290 punti,
Maurizio Battistello, con Jean a 278 punti,
Ylenia Gaydou, con Chetty a 220 punti

Ottime prove anche per gli altri atleti lombardi della Categoria D Regolarità: Claudiano Patelli su Ti Parlo (1°), Cristian Fasana su Top Segret (2°), Peter Jacobs su Malta (3°).

Una bella giornata, un folto pubblico, una meravigliosa cornice, e una gara molto ben organizzata che ha visto scendere in campo la maggior parte degli atleti che comporranno la squadra della Lombardia, su un terreno – i…. Pratoni di Villa Gola - che ha grandi similitudini con i Pratoni del Vivaro e che pertanto ha rappresentato un ottimo banco di prova in vista delle ormai imminenti Finali Nazionali.

E proprio nell’ottica di questa importante sfida che attende tutti i nostri portacolori, vada a loro il più grosso “in bocca al lupo” per le giornate romane, che rappresentino per tutti motivo di soddisfazioni, ma soprattutto di divertimento!

Daniela Bernard

Tutto pronto per il grande evento del Turismo Equestre lombardo!


L’Equiraduno regionale “La Rocca di Manerba”!

Quest’anno ci porterà nello splendido paesaggio del lago di Garda con vista mozzafiato dall’alto della Rocca di Manerba e l’emozione di entrare nel lago con i nostri cavalli.


VI ASPETTIAMO NUMEROSI SABATO 11 E DOMENICA 12 NOVEMBRE!!!


Tappa valida per il campionato regionale T.E.

 

 

Mercoledì, 20 Settembre 2017 22:48

17/09 6 Tappa Country Derby - Grazie a tutti!

In una location di tutto rispetto come l'ASD Visola si è svolta domenica 17 Settembre l'ultima tappa di Campionato Regionale.

Circa 80 binomi hanno partecipato alla competizione con tecnica ma senza dimenticare l'obiettivo principale, il divertimento.

Si ringraziano i giudici, i tecnici e tutti per la partecipazione e vi aspettiamo numerosi ai Pratoni del Vivaro a Roma, per la tappa nazionale.

 

Si allega la classifica ludica, agonistica e regionale.

 

 

CAMPIONATO ITALIANO TREC ATTACCHI

II TAPPA CAMPIONATO REGIONALE EMILIA ROMAGNA

SCANDIANO IL 10 SETTEMBRE 2017

 

La Lombardia, come sempre attiva in tutte le discipline federali, ha contribuito al successo del Campionato Italiano di Trec Attacchi, svoltosi in Emilia Romagna, al C.I. Lo Stradello a Pratissolo di Scandiano, in quel di Reggio Nell'Emilia.

I circoli ippici mantovani “Country Ranch” di Castellucchio e “Eclipse” di Motteggiana hanno partecipato con due equipaggi completi, un navigate su una carrozza emiliana e due giudici:

 

Sara Bergamini e Raffaele Marmiroli da Country Ranch
Luigi Persico da Country Ranch supportato dal navigatore Davide Tiranti da Eclipse
Mattia Tiranti da Eclipse, navigatore dell'emiliano Filippo Corradini
E le immancabili giudici Laura Schenato e Ramona Rodella con il loro travolgente entusiasmo che hanno supportato il presidente di giuria Giovanni Sabbatini.

Nel mezzo di una giornata di pioggia su tutto il territorio nazionale, un buco provvidenziale tra le nuvole ci ha regalato una giornata senza pioggia e ombreggiata, il miglior tempo che si potesse sperare.


Il Circolo Ippico Lo Stradello ben si presta per ospitare questa disciplina: un campo di gara infinito con un prato soffice e regolare, disteso su delle leggere colline ha ospitato il Percorso di Terreno Vario, mentre il territorio collinare circostante, ricco di vegetazione arborea e disseminato di una fitta rete di strade strette e tortuose e di carrarecce in terra che affiancano scorci paesaggistici di indubbio fascino ha ospitato il Percorso di Orientamento in Regolarità.
La gara si è svolta in modo scorrevole, con grande soddisfazione per tutti i partecipanti, concorrenti, giudici e organizzatori.

 

 

La classifica:

1° classificato, Flavio Ancarani, con Luca Ballardini e Giada Gorgoroni con punti 365
2° classificato Davide Baroni con Luigi Natella e il cavallo Surprise con punti 337
3° classificato Silvio Francia con George-Marius Tabacaru e il cavallo Gedeone con punti 325
4° classificato Luigi Persico con Davide Tiranti e il cavallo Favory xii
5° classificato Filippo Corradini con Mattia Tiranti e il cavallo Presidente Menny
6° classificato Sara Bergamini con Raffaele Marmiroli e il cavallo Batan de Veillant

 

 

Miracolati dopo il maltempo dei giorni precedenti, i concorrenti della gara di Cross svoltasi domenica 3 settembre presso l’A.S.D. “C&C” di Bagnoli di Sopra (PD), e che era valida per il Campionato Veneto, hanno potuto godere di un’inattesa giornata di sole e temperature ideali, oltre che di un ambiente superaccogliente, di un clima amichevole e di un terreno di gara incorniciato da coloratissimi campi di girasoli.


Gli atleti lombardi – accompagnati come sempre da Giovanni Lancini - hanno sfruttato questa occasione come buon allenamento in vista delle prossime Finali romane, ma non solo: ancora una volta hanno saputo distinguersi per preparazione  e requisiti tecnici.

 

 

In primis l’amazzone Edith Sollbauer che ha ottenuto, nella Categoria Avviamento B, la sua prima vittoria di stagione in sella alla splendida Carta Bianca. Dopo un costante ed eccellente  addestramento della sua nuova giovanissima cavalla, che ha richiesto mesi di intenso lavoro, i risultati avevano già cominciato ad arrivare nelle gare precedenti e il continuo miglioramento del feeling di questo binomio si è concretizzato in questa brillante vittoria.

Nella Categoria F di Regolarità si sono poi registrati l’eccellente 2° posto di Enrico Guerini con Fenis di Santa Marta, e il terzo di Cristian Fasana in sella a Top Segret.

 

 Ognuno con la sua tecnica, ma con in comune classe, stile ed eleganza, i concorrenti lombardi non mancano mai di ricevere applausi e ammirazione in qualsiasi manifestazione.

Ora li aspetta la prossima sfida: la 5ª tappa del Campionato Lombardo, una gara particolarmente attesa perché avrà luogo in quel di Olgiate Molgora (LC), presso la prestigiosa tenuta de “IL BUTTERO”: un terreno di confronto nuovo, un grande e splendido spazio immerso nel verde, un campo che ha una considerevole similitudine con quelli dei Pratoni del Vivaro - che a fine settembre ospiteranno il Campionato Italiano e il Trofeo delle Regioni - e che pertanto rappresenta anche l’allenamento ideale per tutti coloro che parteciperanno alle Finali.
Ma soprattutto la penultima tappa di Campionato regionale sarà un banco di prova fondamentale per cavalieri e amazzoni lombardi, dove saranno in palio punti importantissimi per la classifica generale dalla quale potrebbero già scaturire i primi nomi dei campioni regionali delle diverse categorie.

Appuntamento a tutti, dunque, a Olgiate Molgora, Via Buttero 1, il 17 settembre 2017!

 

Si informa che la segreteria regionale non sarà operativa da Martedi 26 Settembre al Domenica 8 Ottobre compresa.

Il corso Allineamento Giudici e  Corso Segreteria Mountain Trail si terra' a Roma presso la Sala Giunta del Coni, Palazzo H, Largo Lauro De Bosis 15 il giorno 4 settembre c.a. dalle ore 10:00 alle ore 16:00.

Il costo del Corso Segreteria e di euro 100,00 da versare sul conto IT64A0100503309000000000208 – BNL

In allegato modulistica da compilare e inviare firmata.

La notizia è ufficiale: il Grande Cross FITETREC-ANTE torna a Pratoni del Vivaro! Sarà lo storico impianto immerso nel verde dei colli romani che già ospitò le Olimpiadi del 1960 di Roma ad essere la location del prossimo Campionato italiano e Trofeo delle Regioni di Cross Country e Country Derby che si terranno il 30 settembre e 1 ottobre. Le categorie che si svolgeranno ai fini dei campionati e trofeo sono : per il cross avviamento B, F e D di regolarità. Per il Country Derby le categorie saranno c70, c80, c90, c100,c110, c115. In più si effettueranno come categorie aggiuntive, al di fuori dei campionati e trofeo , avviamento A per il cross country e c60 per il Country Derby. A breve verrà pubblicato nel sito federale la modulistica per le iscrizione e i regolamenti di svolgimento dei campionati e trofei, più tutte le informazioni utili a questo grande evento FITETREC-ANTE.

Nico Belloni

Online il PROGRAMMA ufficiale del Campionato Italiano di Cross Country 2017. La disciplina federale sarà protagonista con l'evento che assegnerà i titoli di Campione Italiano Assoluto nelle varie categorie dal 30 settembre al 1 ottobre presso le splendide strutture del Centro Equestre Federale Pratoni del Vivaro, nel verde delle colline Romane.  A Pratoni del Vivaro si concorrerà anche per il titolo a squadre, il Trofeo delle Regioni 2017, il Trofeo Pony e con categorie aggiuntive Avviamento A. Le iscrizioni al Trofeo delle Regioni saranno a carico della Federazione italiana. Per potersi iscrivere in allegato vi è apposito modulo. Le iscrizioni chiuderanno inderogabilmente il 15 settembre.
Importante il Montepremi per la finale del Campionato Italiano assoluto di ben 2500 € dichiarato dal Responsabile di Disciplina e Consigliere Nazionale Antonio Rosato, oltre a premi tecnici grazie al main sponsor Hanton Cavalier.
In allegato il PROGRAMMA, la scheda iscrizione ed il REGOLAMENTO di Gara.
 
Nico B

Pagina 51 di 83