Carissimi associati nell’ultimo comunicato emesso a seguito del DPCM del 9 marzo 2020 terminavo lo stesso con una raccomandazione  che vado a riportare:  "la Federazione raccomanda serietà e senso di responsabilità negli spostamenti perchè siano effettivamente dettati da situazioni di necessità e invita  ad attenersi scrupolosamente a quanto previsto non solo dai DPCM, ma anche da eventuali ordinanze di Autorità locali."
Quella che stiamo vivendo è una situazione straordinaria, che fino a qualche giorno fa era solo la trama di qualche film catastrofico di serie B, oggi è una drammatica realtà a cui dobbiamo far fronte con razionalità e calma. Mi sembra evidente che le ultime notizie che arrivano da Codogno ci dicono che non ci sono più contagiati quindi significa che le misure draconiane adottate stanno funzionando. E’ vero siamo in presenza di una pandemia ma possiamo uscirne fuori se siamo tutti SERI e RESPONSABILI.
La Federazione si è attenuta pedissequamente a quanto riportato dal DPCM del 9 marzo 2020 e non abbiamo l’autorità per intervenire su altre situazioni.
E’ stato detto che possono svolgersi gli allenamenti dei patentati agonisti della Federazione perché lo dice il DPCM altresì  POSSIAMO CONSIGLIARE ai nostri atleti, vista l’emergenza e per non mettere in difficoltà le strutture, di non allenarsi sino al 3 aprile 2020.
Ma, perdonatemi, con un consiglio del genere sto offendendo i miei tesserati perché ritengo che in questo momento abbiamo tutti la sensibilità di capire cosa va fatto e cosa non va fatto.
La Federazione NON HA l’autorità per chiudere un circolo ippico può invece, come è stato fatto precedentemente, sospendere tutti gli eventi federali e le competizioni sportive agonistiche e le manifestazioni ludico sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo sia pubblico sia privato.
La Federazione NON PUO’ entrare nel rapporto che esiste tra centro ippico e il proprietario/possessore del cavallo a pensione. Abbiamo precisato che le attività necessarie per accudire e muovere il proprio cavallo, e quindi garantirne il suo benessere, ed evitare ripercussioni  sulla sua salute, possono rientrare nello “stato di necessità” previsto dal DPCM, e ciò giustificherebbe lo spostamento  "casa centro ippico".  Ma anche in questo caso facciamo affidamento al senso di responsabilità del centro ippico e dei proprietari. Se il centro ippico è in grado, come è in grado, di accudire e muovere il cavallo NON C’È BISOGNO che il proprietario/possessore del cavallo vada al circolo. Sarà il titolare del Centro Ippico che qualora il cavallo presenti delle problematiche avvertirà il proprietario che dato lo "stato di necessità” potrà recarsi presso il circolo ippico. Quindi POSSIAMO CONSIGLIARE ai centri ippici, sino al 3 aprile, di limitare le entrate ai propri utenti solo ad effettivi e comprovati casi di necessità.
Carissimi amici Antini ai nostri nonni, ai nostri bisnonni una mattina hanno chiesto di partire per la guerra e molti non sono tornati. A noi cosa stanno chiedendo: di stare 20 giorni a casa con i nostri cari, con le nostre comodità e con anche  cibo a volontà.
E’ così un grande sacrificio? Non penso.Viva l’ Italia!!!! 
 

#iorestoacasa

 
P.S. Resto a Vostra disposizione il mio numero è +39 346 6856416
 

Comunichiamo in via generale che tutte le ASSEMBLEE sono sospese e rinviate a data da destinarsi. 

Per info:

Segreteria Nazionale Fitetrec Ante

Tel.: 06.3272-3270 e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

In riferimento al DPCM del 8 marzo 2020  SONO SOSPESI tutti i corsi di formazione, ivi compresi aggiornamenti,  le competizioni sportive agonistiche e le manifestazioni ludico sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo sia pubblico sia privato nelle regioni Lombardia, Veneto, Piemonte, Emilia Romagna e Marche . 

Sono altresì SOSPESI in tutta Italia tutti i corsi di formazione, ivi compresi gli aggiornamenti, di valenza Nazionale nonché  le competizioni sportive agonistiche di valenza Nazionale per evitare che i nostri tesserati provenienti dalle zone sopraindicate siano costretti ad effettuare spostamenti.
Nei centri ippici della Lombardia e delle  province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio-Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia sono SOSPESI anche gli esami per il rilascio delle patenti.
Sono autorizzati invece gli allenamenti dei patentati agonisti (patenti A1/2/3) salvo che nel 2019 abbiano partecipato a gare Internazionali, Nazionali e Regionali qualificanti per i Campionati Nazionali all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto, senza però la presenza di pubblico. Possono accedere all’ impianto solo gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori previa compilazione dell’ autocertificazione allegata al presente comunicato come Allegato 1. Ricordiamo che le Associazioni e le Società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Si consiglia la compilazione quotidiana dell’ Allegato 3 al presente comunicato.
Nelle regioni non rientranti nell’art. 1 del decreto sopra citato  E' AUTORIZZATO lo svolgimento di  eventi e competizioni sportive di valenza regionale, nonché delle sedute di allenamento degli atleti agonisti (patentati A 1/2/3) all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse  ovvero all’aperto, senza però la presenza di pubblico. "Ne consegue che tutte le competizioni sportive si possono regolarmente svolgere senza la presenza di pubblico e possono accedere alla manifestazione solo gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori previa compilazione dell’ autocertificazione allegata al presente comunicato come Allegato 2 "Pertanto si consiglia di posizionare all’ingresso del circolo ove si svolge la gara persona che impedisca l’accesso a persone non rientranti nelle categorie sopra indicate. Comunque in quest’ ultimo caso  le associazioni e le società sportive, a mezzo del proprio personale medico, sono tenute ad effettuare i controlli idonei a contenere il rischio di diffusione del virus COVID-19 tra gli atleti, i tecnici, i dirigenti e tutti gli accompagnatori che vi partecipano. Pertanto invitiamo le associazioni o società sportive che organizzano competizioni sportive a dotarsi di un medico (si chiede quindi la collaborazione ai tanti medici associati alla nostra Federazione, oltre al personale medico previsto dai regolamenti di disciplina, per assicurare i controlli previsti secondo le prescrizioni previste dall’ Istituto Superiore di Sanità. Sono autorizzati, quindi, anche i corsi di formazione, ivi compresi gli aggiornamenti e esami patenti, di valenza regionale organizzati dal Comitato Regionale che già normalmente non prevedono la presenza di pubblico, con la raccomandazione di cui all’allegato 1, lettera d) del DPCM del 4 marzo 2020 ovvero  una distanza interpersonale di almeno un metro tra i partecipanti e la compilazione dell’autocertificazioni allegate al presente comunicato ALLEGATO 2 e ALLEGATO 3. Lo sport di base (quindi  tutte le attività ludiche ivi comprese le lezioni nei circoli ippici), svolto all’aperto ovvero all’interno di circoli ippici, è ammesso esclusivamente a condizione che sia possibile consentire il rispetto della raccomandazione di cui all’articolo 1, lettera d) del DPCM del 4 marzo 2020  ovvero  una distanza interpersonale di almeno un metro e la compilazione dell’autocertificazioni allegate al presente comunicato ALLEGATO 2 e ALLEGATO 3.
Le disposizioni del DPCM producono effetto dal 8 marzo  fino al 3 aprile 2020.
Qualora interverranno modifiche sarà cura della Federazione segnalarle tempestivamente.

Carissimi, in ottemperanza al nuovo Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di ieri sera, che limita le attività agonistiche e le competizioni si è deciso di annullare la prima data di campionato in programma il 17 Marzo c/o la CS Horses.

Un caro saluto, Claudio Salvia 

 

Posted by Romina R.

Il Presidente Regionale Enrico Raggi comunica che le attività federali sono sospese fino a domenica 8 c.m. come da precedente comunicazione, entro tale data, secondo le normative che verranno pubblicate nei prossimi giorni dalla Regione, dal Ministero e dal CONI, verrà emesso un nuovo comunicato con indicazione di comportamento mirate al nostro settore.

 

Posted by Romina R. 

Si pubblica in allegato in fondo a questa pagina il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 1 marzo 2020 con le misure adottate per il contenimento e la gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-2019.

Le misure hanno validità dal 2 all'8 marzo 2020.

Per i Comuni della “Zona Rossa” si rimanda alle disposizioni specifiche riportate al seguente link.

Si ricorda che è possibile contattare il numero 1500 per richieste di informazioni e il numero verde 800 894 545 solo se si ritiene di avere dei sintomi della malattia.

(FONTE REGIONE LOMBARDIA leggi anche Lombardia News)

Allegati n.03

 

Posted by Romina R.

Pubblichiamo per completezza di informazione l'aggiornamento emanato ieri da regione Lombardia circa i chiarimenti sulle norme del Decreto datato 23.02 c.a., la voce di nostro interesse lo trovate a pag.2 "COSA E' PREVISTO PER LE ATTIVITA' LUDICO/SPORTIVE" . Il Comitato Regionale è a disposizione di tutti i tesserati e gli associati per gli approfondimenti.

Posted by Romina R.

In riferimento al precedente comunicato il Comitato Regionale Lombardia Fitetrec Ante circa le misure urgenti per la prevenzione ed azioni di contrasto Coronavirus specifica quanto segue 

Visti i casi di Coronavirus COVID-19 registrati nel territorio e le Ordinanze di Regione Lombardia emanate nei giorni scorsi, il Presidente del Comitato Regionale Fitetrec Ante Enrico Raggi  al fine di tutelare tutto la salute degli associati, addetti al settore e accompagnatori precisa che:

  • Al fine ci poter garantire la "movimentazione" degli equidi nei centri afiliati/aggregati da parte dei proprietari degli stessi e dagli addetti al settore, si consiglia di limitare ad un numero minimo le persone presenti in contemporane all'interno degli impianti per evitare gli assembramenti citati nell'Ordinanza Regionale (che alleghiamo nuovamente) violandone le disposizioni;
  • Tutte le attività quotidiane, lezioni collettive, stage, riunioni, corsi, attività ufficiali, sono da ritenersi sospese da oggi 24 Febbraio sino al 1 Marzo compreso.

Leggi la NEWS precedente

 

Posted by Romina R.

Il Ministero Politiche Giovanili e Sport come anticipato ha emesso il comunicato di sospensione delle attiività per la giornata del 23 febbraio seguito dall'ordinanza emessa nella giornata di ieri  dal Presidente della Regione e dal Ministro della Salute che sostanzialmente intima la sospensione di tutte le attività tra cui anche quelle sportive fino al 1  Marzo 2020.

In allegato i due decreti, quello del Ministro Spadafora e quello del Ministro della Salute d'intesa con il Presidente Regione Lombardia Attilio Fontana e la comunicazione dei Sindaci Distretto Abbiatense

Informiamo che il corso Istruttori in programma nei prossimi giorni a Milano è sospeso a causa dell'ordinanza sanitaria. Informeremo gli interessati relativamente alle nuove date una volta rientrata l'emergenza.

 

Posted by Romina R. 

 

Pagina 14 di 72